La regione Sicilia

Area: 25.832 km²
Capoluogo: Palermo
Popolazione: 5.059.917 (dato 2016)
Province: 6
Comuni: 390
Altitudine: 3340 m s.l.m.
Lingue: Italiano, Siciliano (anche albereshe, greco, gallo-italico)

La Sicilia ufficialmente denominata Regione Siciliana, è una regione a statuto speciale con capoluogo Palermo.
Il territorio della regione è costituito quasi interamente dall'isola omonima, la più grande isola dell'Italia e del Mediterraneo, nonché la 45ª isola più estesa nel mondo; la parte rimanente è costituita dagli arcipelaghi delle Eolie, delle Egadi e delle Pelagie e dalle isole di Ustica e Pantelleria.
È la regione più estesa d'Italia e il suo territorio è ripartito in 390 comuni a loro volta costituiti in nove province.
È l'unica regione italiana ad annoverare due città fra le dieci più popolose del Paese: Palermo e Catania.

È bagnata a nord dal Mar Tirreno, a ovest dal Canale di Sicilia, a sud dal Mar di Sicilia, a est dal Mar Ionio e a nord-est dallo stretto di Messina che la separa dalla Calabria.

Le più antiche tracce umane nell'isola risalgono al 12.000 a.C. circa. In era protostorica fiorirono culture dette di Thapsos, di Castelluccio, di Stentinello. Popoli provenienti dal continente vi s'insediarono successivamente: tra essi i Sicani, i Siculi e gli Elimi. L'VIII secolo a.C. vide la Sicilia colonizzata dai Fenici e soprattutto dai Greci e nei successivi 600 anni divenire campo di battaglia delle guerre greco-puniche e romano-puniche.
L'isola venne così assoggettata dai Romani e fu parte dell'impero fino alla sua caduta nel V secolo d.C..
Fu quindi terra di conquista e, durante l'Alto Medioevo, conquistata da Vandali, dagli Ostrogoti, dai Bizantini, dagli Arabi e dai Normanni con questi ultimi che fondarono il Regno di Sicilia.
I Normanni sono l'unico popolo nordico ( germani settentrionali ) a conquistare e fondare uno stato nordico in Europa meridionale, il Regno di Sicilia che durò dal 1130 al XIII secolo, quando il regno fu conquistato dagli Angioini e con la rivolta del vespro passò agli Aragonesi.
L'isola poi divenne un vicereame di Spagna, passò brevemente ai Savoia e all'Austria e, infine, nel XVIII secolo, ai Borbone, sotto i quali, unito il regno di Sicilia al regno di Napoli, sorse nel 1816 il Regno delle Due Sicilie.
La Sicilia fu unita allo Stato italiano nel 1860 con un plebiscito, in seguito alla spedizione dei Mille guidata da Giuseppe Garibaldi durante il Risorgimento.

A partire dal 1946 la Sicilia, è divenuta regione autonoma, e dal 1947 ha nuovamente un proprio parlamento, l'Assemblea regionale siciliana o ARS, istituita ancor prima della nascita della Repubblica italiana.

regione sicilia 605x341.png

Il territorio Siciliano

La Sicilia è l'isola più grande del mar Mediterraneo. Si affaccia a nord sul mar Tirreno, a nord-est è divisa dalla penisola dallo stretto di Messina ed è bagnata a est dal mar Ionio, a sud-ovest è divisa dall'Africa dal canale di Sicilia.
L'isola ha una forma che ricorda approssimativamente quella di un triangolo i cui vertici sono:Capo Peloro (o Punta del Faro) a Messina, al vertice nord-orientale Capo Boeo (o Lilibeo) a Marsala, al vertice nord-occidentale Capo Passero a Portopalo, al vertice sud-orientale.
La Sicilia appartiene in parte alla placca Siculo Iblea, a sua volta parte della placca africana e alla placca euroasiatica nella parte nord-orientale. Lo scorrimento della placca africana che per subduzione si immerge sotto quella euroasiatica ha determinato la creazione dei rilievi montuosi della regione, nonché la presenza di frequenti attività sismiche sia di origine tettonica che vulcanica.

I vulcani

A causa della sua posizione, la regione e le isole circostanti sono interessate da un'intensa attività vulcanica. I vulcani più importanti sono: Etna, Stromboli e Vulcano. Essi hanno la singolarità di appartenere a tre tipologie differenti: eruzioni di lave basaltiche intervallate a periodi di calma il primo; eruzioni continue, e fontane di lava, il secondo; infine di tipo esplosivo o pliniano il terzo, caratterizzato da lunghi periodi di apparente calma ed eruzioni violente.

Le Isole minori

Sicilia è una regione totalmente insulare: è costituita, oltre che dall'isola principale, da un insieme di arcipelaghi e di isole minori che formano circa l'1,11% di tutta la superficie regionale.
Compresa l'isola di Sicilia, vi sono 19 isole abitate (33.172 abitanti nelle sole isole minori).
I principali gruppi di isole del grande arcipelago della Sicilia sono le Eolie, le Egadi e le Pelagie; le isole dello Stagnone e le isole Ciclopi, invece, costituiscono due piccoli arcipelaghi rispettivamente a ovest e a est dell'isola siciliana, di fronte le coste di Marsala, nel trapanese, e di Aci Trezza, nel catanese.
Ustica e Pantelleria, nel mar Tirreno e nel canale di Sicilia, formano due distinti comuni delle province di Palermo e Trapani. I centri storici di Siracusa e Augusta, nel siracusano, sono situati su due isole collegate alla terraferma.
Sono collegate all'arcipelago siciliano, da un punto di vista prettamente geografico, anche le isole Calipsee, formanti la Repubblica di Malta; al contrario, due delle Pelagie (Lampedusa e Lampione) rappresentano un territorio periferico della Repubblica Italiana, trovandosi, geograficamente, nel continente africano.

eolie 605x341.png

Il clima e la fauna

Il clima della Sicilia è generalmente mediterraneo, con estati calde ed inverni miti e piovosi, con stagioni intermedie molto mutevoli.
Sulle coste, soprattutto quella sud-occidentale, il clima risente maggiormente delle correnti africane per cui le estati possono essere torride.
La Sicilia viene vista come isola del caldo anche invernale ma, soprattutto lungo la costa tirrenica e nelle zone interne, gli inverni possono essere anche rigidi e tipici del clima continentale.
La neve cade abbondante al di sopra dei 900-1000 metri.
I monti interni, in particolare Nebrodi e Madonie e l'Etna godono di un clima pienamente appenninico .
Sulla vetta del vulcano non è infrequente vedere nevicate anche a luglio.
Per contro, soprattutto d'estate non è raro che ci sia lo scirocco, il vento proveniente dal Sahara.
La piovosità è scarsa, e l'acqua si rivela deficitaria in alcune province dove possono accadere talvolta crisi idriche.

La fauna è ricchissima grazie alla presenza di uccelli migratori che nell’area di Vendicari trovano ristoro prima delle traversate lungo il canale di Sicilia.
I fondali marini sono tra i più ricchi e popolati di specie marine di tutto il mediterraneo. Qui è possibile trovare la tartaruga di mare della specie “caretta caretta”, che viene su queste spiagge a deporre le uova.
L’istrice, la volpe, gli aironi e i fenicotteri, le cicogne, il Cavaliere d’Italia e i cormorani trovano da queste parti zone protette dove poter vivere e riprodursi lontano dalle insidie dell’uomo.
Il territorio vede anche molto allevamento.
Sono allevati ovini, caprini ed equini, mentre i bovini oggi sono allevati soprattutto nella provincia di Ragusa, dove si allevano animali della razza frisona e razza modicana. Questi ultimi producono un latte molto sostanzioso, utilizzato principalmente nella produzione di formaggi freschi ("provole"), del piacentino ennese, con l'aggiunta di zafferano, o del caciocavallo ragusano, l'unico del genere in Sicilia ad avere meritato il marchio DOP.
Una tipica razza di equini di razza sanfratellana viene allevata sui Nebrodi, nella zona di San Fratello, da cui prende nome.

fauna siciliana 605x341.png
location 312x176.png

Villaggio Marispica

Immerso nei luoghi del Barocco Siciliano, il villaggio è circondato da borghi favolosi e natura incontaminata. Scoprite la struttura che vi accoglierà!

La Location
escursioni sicilia 312x176.png

Escursioni facoltative

Scoprite gli angoli più nascosti e immacolati dell'isola!Entrate nel vivo delle tradizioni ed esplorate le città più antiche d'italia!

tradizioni siciliane 312x176.png

La tradizione siciliana

Unica in tutto il mondo e influenzata dai vari conquistatori...la tradizione siciliana vi sorprenderà!

Le tradizioni siciliane
info utili sicilia 312x176.png

Informazioni utili

Dettagli per il volo aereo, il soggiorno e informazioni sulla terra che andrete a visitare...unica!

Info e dettagli