Abitazione ricavata da ex chiesa, Lucca

L’ex Chiesa Compagnia della Croce, situata nel centro storico di Lucca nel 2015 è stata restaurata con l’obiettivo di convertirla a edificio residenziale. L’intervento ha dovuto tener conto dei vari vincoli dettati dalla sovraintendenza ai beni storici e paesaggistici vigenti e optare per delle scelte che non fossero troppo impattanti dal punto di vista estetico.

Il progetto prevede lo sfruttamento delle basse temperature con il sistema a irraggiamento radiante a pavimento e l’installazione di un sistema di microcogenerazione per la generazione di calore, acqua calda sanitaria ed energia elettrica.La generazione del calore è affidata a un sistema di microcogenerazione Vitotwin 300-W con potenza termica di 3,2-24,6 kWth e potenza nominale di 0,99/1 kWel, abbinato ad un accumulo inerziale Vitocell 340-M da 750 l; il tutto integrato dalla pompa di calore Vitocal 200-S da 5,6 kW. È da sottolineare che durante il funzionamento la stessa pompa è alimentata dalla produzione elettrica generata dallo stesso micro-cogeneratore. La produzione di ACS è garantita dal bollitore Solarcell MAX 500 l, alimentato sempre dal micro-cogeneratore.

Progetto e impianto

Progettista: Sinergy Studio Tecnico, Capannori (LU)

Installatore: Redamo Assirelli, Faenza (RA)

Prodotti Viessmann: Vitotwin 300-W, Vitocal 200-S

 

Caldaia a gasolio a condensazione Vitoladens 300-C di Viessmann

L'impianto in dettaglio: Caldaia a gasolio a condensazione Vitoladens 300-C

Vitoladens 300-C rappresenta lo stato dell'arte nella tecnica della condensazione a gasolio.
Le sue dimensioni compatte consentono di installarla con facilità in qualunque spazio e risulta pertanto ideale nei casi di riqualificazione dell'impianto di riscaldamento. Il bruciatore compatto bistadio con silenziatore adatta la potenza al fabbisogno di calore, garantendo la massima efficienza e ridotte emissioni inquinanti.
il bruciatore, abbinato allo scambiatore di calore Inox-Radial in acciaio inossidabile, assicura un ottimale sfruttamento dell’energia primaria, evitando che il calore prodotto dal processo di combustione venga inutilmente disperso nei fumi di scarico. Inoltre, grazie all’elevato contenuto di acqua del generatore vengono limitate al minimo le accensioni del bruciatore, ottimizzando il funzionamento della caldaia.