Caldaia a legna per la riqualificazione energetica del casale di campagna a Castelcavallino, Pesaro-Urbino

Il vecchio casolare di campagna, immerso nel verde della frazione di Castelcavallino di Urbino (PU), è stato recentemente ristrutturato dal punto di vista sia strutturale che impiantistico, permettendo all'edificio di arrivare raggiungere la classe energetica A.
Questo è stato possibile grazie ad un intervento di isolamento termico dell'involucro, con muratura piena portante, solai con putrelle e laterizi forati, tetto di tavelloni e pannelli in legno intonacati sul lato interno e impermeabilizzati sull'altro.

L'impianto di riscaldamento autonomo sfrutta l'energia solare e la biomassa. Una caldaia a legna da 30 kW e sei pannelli solari termici  provvedono infatti al riscaldamento degli ambienti,  alla produzione di acqua calda sanitaria e al riscaldamento della piscina.

Progetto e impianto

Progettista: Vincenzo La Gamba Studio d'Ingegneria Ellei (PU)

Prodotti Viessmann: caldaia a legna Vitoligno 250-S (ex Pyromat ECO) e caldaia a gas a condensazione Vitodens 200-W 

Caldaia a legna Viessmann

L'impianto nel dettaglio - Caldaia a legna Vitoligno 250-S

La caldaia a legna Vitoligno 250-S con caricamento manuale può sfruttare i classici ciocchi di legna, ma anche bricchette e trucioli da scarto di lavorazioni. Questo gruppo, separato idraulicamente da tutto il resto attraverso uno scambiatore a piastre, riscalda un bollitore da 2000 litri per lo stoccaggio dell'acqua calda tecnica, abbinato a sua volta anche all'impianto solare termico. L'intero impianto converge su un collettore, al quale si aggiunge, in caso di necessità, anche il calore di una caldaia a condensazione Vitodens 200-W da 35 kW. Da questo collettore partono le mandate per l'impianto a pavimento, per i radiatori, per il riscaldamento della depandance e per i boiler dell'ACS della casa e della piscina.