Giovannoni House, un progetto di ristrutturazione e riqualificazione

Dati del progetto

Località: Cercino (SO)
Destinazione d'uso: Residenziale
Committente: Privato
Tipologia: Riqualificazione

Il progetto

Il progetto prevede la ristrutturazione edilizia e la conseguente riqualificazione energetica di un piccolo edificio residenziale in località Cercino, in provincia di Sondrio.

Il progetto comprende interventi sia per la parte dell’involucro dell’edificio, sia a livello di integrazione di soluzioni innovative unicamente in campo impiantistico. Per fare in modo che l’intera riqualificazione rientri nei severi limiti di legge, sarà garantita un’adeguata coibentazione esterna a parete (realizzata in EPS da 10 cm, oltre a 5 cm interni già esistenti), nel sottotetto (lana di vetro da 12 cm oltre i 20 cm di vermiculite già presenti) nonché l’utilizzo di serramenti con vetro triplo BE corredati da opportune schermature solari / aggetti.

Verranno inoltre eliminati, per quanto possibile, tutti i ponti termici. L’involucro cosi progettato avrà una trasmittanza termica di 0,200,18 W/mqK. L’impianto di ventilazione meccanica controllata al piano terra (zona uffici) è dettato dalla necessità di avere un ambiente salubre e confortevole durante tutta la giornata. Le soluzioni progettuali scelte (sia architettoniche che impiantistiche) garantiranno un risparmio energetico annuo stimato del 75% (la spesa energetica stimata passerà da circa 4000 €/anno a circa 1000 €/anno).

Grazie all’adozione di sistemi evoluti a energie rinnovabili ci sarà una drastica riduzione delle emissioni di CO2, stimata del 80% circa.

Prendendo in considerazione esclusivamente l’ambito impiantistico (ovvero spese sostenute e risparmio generato relativamente alla ristrutturazione dell’impianto termico), i parametri economici raggiungeranno i seguenti valori: ROI stimato per questo intervento del 3%, il tempo di rientro dell’investimento (Break Even Point) stimato in 3 anni.


 

Guarda l'intervista all'ingegnere Davide Morcelli, realizzata da Giorgio Tartaro presso il Museo Nicolis di Verona, in occasione del Convegno Progettisti 2020.

Per riprodurre il video clicca sul pulsante play. Riproducendo il video, i dati vengono trasmessi a YouTube. Per i dettagli si prega di fare riferimento alla nostra informativa privacy.

viessmann_concorso_di_idee_2019_davide_morcelli.jpg
viessmann_concorso_di_idee_2019_giovannoni_house_cercino_sondrio_studio_emmedi.jpg

Il commento della giuria

"Piccoli edifici residenziali rappresentano la struttura portante delle realtà abitative italiane. In questo caso partendo dal fuel switching, passando per le scelte impiantistiche e architettoniche, si arriva a un risultato che ci si auspica possa essere un riferimento per molte
applicazioni che verranno."

Sfoglia la gallery fotografica


L'impianto nel dettaglio

L’impianto di riscaldamento esistente (caldaia a basamento a gasolio e terminali a radiatori tradizionali) sarà sostituito da un nuovo sistema ibrido (pompa di calore aria-acqua e caldaia condensazione a metano) abbinato a un sistema di emissione misto (pannelli radianti a pavimento + termoarredi nei bagni).

La pompa di calore split Vitocal 250-S con compressore ad azionamento elettrico è predisposta per funzionamento ibrido con una caldaia esterna fino a 30 kW e consente di avere anche un servizio di climatizzazione estiva, garantito dalla reversibilità del sistema ibrido e dall’adozione di specifica regolazione operante sui pannelli radianti.

Vitodens 200-W è la caldaia murale a condensazione a gas che offre alta efficienza e un elevato livello di innovazione tecnica.

Il sistema è completato, nella zona residenziale (piano primo) da un deumidificatore canalizzato a soffitto in grado di garantire il comfort termoigrometrico soprattutto nel periodo estivo.

Al piano terra (ufficio) si è invece optato per un sistema di deumidificazione integrato nell’impianto di VMC.

Il sistema di generazione è infine completato da un impianto solare termico Vitosol 100-FM (tre pannelli piani) per la produzione di acqua calda sanitaria. Il sistema comprende anche un bollitore Solarcell adibito alla preparazione e allo stoccaggio di acqua calda sanitaria.

Giovannoni House: impianto nel dettaglio

Giovannoni House: tavola di progetto

viessmann_concorso_di_idee_tavola_progetto.jpg

Concorso di Idee
L'iniziativa di Viessmann che promuove ogni anno la progettazione innovativa ed efficiente

Viessmann Italia, forte sostenitrice della progettazione efficiente, sponsorizza ogni anno un Concorso di Idee che stimola i progettisti termotecnici a proporre soluzioni che si distinguono per la qualità progettuale globale, per i requisiti di efficienza energetica e sostenibilità economica ed ambientale sfruttando al meglio le innovazioni tecnologiche disponibili.

Concorso di Idee 2020
Into a new decade: flessibilità e indipendenza energetica

L‘edizione del Concorso di Idee Viessmann 2020 è, oltre che la prima edizione del nuovo decennio, anche l‘undicesima edizione di un‘iniziativa nata nel 2010.

Un'iniziativa che anno dopo anno, edizione dopo edizione, ha evidenziato come il settore sia in rapidissima evoluzione, diventando sempre più multidisciplinare, multitecnologico e multisettore. Basti pensare a come stiamo iniziando a rivedere le politiche di approvvigionamento e autoproduzione di energia in funzione dei sistemi di mobilità che stanno prendendo piede.