Progetto Gold: Il magazzino diventa loft

Dati del progetto

Località: Ravenna
Destinazione d'uso: Residenziale
Committente: Privato
Tipologia: Riqualificazione di un edificio / impianto

Il progetto

L’intervento prevederà una riconversione e una riqualificazione di un magazzino idraulico su due livelli risalente agli anni ’70, trasformato in un grande loft. Il cambio di destinazione d’uso impone un completo ripensamento della distribuzione, rispettando tuttavia la volontà del cliente di non alterare il carattere industriale dell’edificio e di cercare un efficientamento energetico in termini di involucro ancor prima che di impianto. Si è deciso quindi di recuperare il deposito soppalcato facendolo diventare la zona notte al piano primo, di valorizzare la zona giorno giocando con i doppi volumi creati dallo stesso soppalco e di convertire lo scarico merci del deposito in una corte interna. Per la coibentazione si useranno materiali naturali, quali lana di roccia e lana di vetro o ad alto contenuto di materia prima riciclata. Le partizioni verticali così come l’intradosso del sottotetto saranno isolati internamente con lana di roccia, mentre le parti esterne verranno coibentate mediante polistirene.

I materiali scelti sono in grado di assicurare un’alta resistenza termica abbinata a un elevato sfasamento e all’attenuazione del flusso termico. L’involucro altamente performante, unitamente alle schermature solari previste sul lato sud e alla scelta di rivestire la copertura piana sul fronte con materiali ad alto SRI (Solar Reflex Index), hanno permesso di ridurre notevolmente anche i carichi termici estivi favorendo la progettazione di un impianto di raffrescamento di potenza molto ridotta, con notevole risparmio in termini di consumi, di energia e di emissione di CO2. Particolare attenzione sarà data all’eliminazione dei ponti termici sulle pareti tra infissi e struttura mediante l’utilizzo di monoblocchi coibentati e bancali con taglio termico.

Il commento della giuria

"Le riconversioni di spazi industriali a scopi abitativi sono un trend crescente che continuerà negli anni a venire. In casi come questo il progettista si trova di fronte a spazi, strutture e impianti completamente da ripensare. Davanti a interventi importanti di questo tipo diviene quindi importantissimo proporre alla committenza quello che è l’optimum che la tecnologia può offrire. Guardando agli aspetti impiantistici la scelta di un impianto ibrido e dell’impianto fotovoltaico sottolineano un approccio energeticamente sostenibile."

Sfoglia la gallery fotografica


L'impianto nel dettaglio

La progettazione dell’impianto termico di questo progetto unisce soluzioni tecnologiche ad alta prestazione a dinamiche di salvaguardia dell’edificio esistente. Le soluzioni adottate permetteranno di rispettare ampiamente la normativa regionale e nazionale in materia di contenimento dei consumi energetici.

La progettazione impiantistica prevederà l’installazione di un sistema ibrido compatto in pompa di calore-caldaia a condensazione Vitocal 100-A-Kit Compact Hybrid per la climatizzazione invernale e la produzione di ACS, sistema di distribuzione a collettori in acciaio inox serie 300 coibentato ed emissione mediante pannelli radianti per il riscaldamento e il raffrescamento, e infine un impianto di ventilazione meccanica controllata con recupero di calore abbinato a un sistema di deumidificazione HRI 400.

Le scelte in termini di materiali e impianto permetteranno un tempo di ritorno inferiore ai 5 anni e una riduzione di CO2 emessa di 13'150 kg/a rispetto alla situazione esistente, permettendo all’edificio di rientrare in classe energetica A4 secondo le normative vigenti nella Regione Emilia Romagna.

Il magazzino diventa loft: l'impianto nel dettaglio

Il magazzino diventa loft: tavola di progetto

Tavola del progetto Il magazzino diventa loft

Concorso di Idee
L'iniziativa di Viessmann che promuove ogni anno la progettazione innovativa ed efficiente

Viessmann Italia, forte sostenitrice della progettazione efficiente, sponsorizza ogni anno un Concorso di Idee che stimola i progettisti termotecnici a proporre soluzioni che si distinguono per la qualità progettuale globale, per i requisiti di efficienza energetica e sostenibilità economica ed ambientale sfruttando al meglio le innovazioni tecnologiche disponibili.

Concorso di Idee 2021
Decreto rilancio e comunità energetiche: nuove opportunità aprono nuove strade

Guardando al breve termine il decreto rilancio, con particolare riferimento al 110% e alla possibilità di accedere alla cessione del credito e allo sconto in fattura, ha dato nuova linfa vitale ad un settore che già di per sé ha avuto una forte evoluzione negli ultimi anni.
Guardando invece al medio-lungo termine l’implementazione della normativa inerente le CER (comunità di energia rinnovabile) ha segnato un punto di partenza importante in quella che sarà l’evoluzione del settore impiantistico ed al modo di interpretare l’approvvigionamento energetico dei prossimi lustri.
Il settore è sempre più multidisciplinare, multitecnologico e multisettore.