Gamma completa di caldaie a legna, pellet e biomassa

Le caldaie a legna Viessmann sono così comode che possono essere utilizzate per riscaldare abitazioni, condomini, ma anche attività commerciali e industriali.

L'impianto tipicamente richiede l'abbinamento con un bollitore ad accumulo per garantire un approvvigionamento continuo di calore all'impianto di riscaldamento. E' possibile inoltre collegare la caldaia a legna ad una caldaia o altro generatore di calore a gas o a energia rinnovabile, così come ai pannelli solari termici per la produzione di acqua calda.

Un requisito importante è avere a disposizione uno spazio asciutto per lo stocaggio del combustibile a biomassa legnosa.

 

Conservazione della legna

Per l'uso domestico è importante utilizzare legna ben essiccata. La legna da ardere raggiunge il suo massimo potere calorifico dopo almeno tre anni di essiccazione in un luogo riparato.

Alcuni suggerimenti:

  • Spaccare i tronchi a partire da 10 cm di diametro
  • Accatastare i pezzi di legno in un luogo ventilato, preferibilmente soleggiato e riparato dalla pioggia
  • Se possibile, lasciare abbastanza spazio tra le pile di tronchi in modo che l'aria possa circolare e assorbire l'umidità
  • Accatastare i tronchi di legno su supporti rialzati in modo che l'aria possa circolare
  • Non riporre la legna fresca in cantina, una corretta essiccazione richiede aria e sole. La legna secca può essere conservata in cantine ventilate.
     

Meglio la legna o il pellet?

La legna è ideale per tutti coloro che possono procurarsi questo combustibile in modo autonomo. La legna deve essere essiccata in modo adeguato, conservata correttamente e avere un basso contenuto di umidità. 

I pellet sono prodotti con segatura pressata e hanno, grazie a una bassa umidità residua, un alto potere calorifico. I pellet sono semplici da consegnare e conservare. Il dosaggio e il caricamento del combustibile nella caldaia avvengono in modo automatico.

Proprietà del pellet

Per la produzione di pellet vengono utilizzati al 100% residui di legno naturale in conformità alla normativa ENplus o EN ISO 17225-2. Questo materiale combustibile è confezionato in grandi quantità sotto forma di trucioli o segatura, in quanto prodotto di scarto dell'industria di lavorazione del legno. Questi residui di legno a grana fine vengono compressi ad alta pressione e formati in pellet, cioè pressati in una forma cilindrica. La materia prima viene poi fatta essiccare.
Per garantire una corretta ed efficiente combustione è necessario conservare il prodotto in un luogo perfettamente asciutto. I pellet sono disponibili in appositi imballaggi oppure sfusi, trasportati in autobotti e, attraverso un sistema di tubi, soffiati nei depositi di stoccaggio.
Se si opta per una sostituzione completa di un impianto a gasolio con uno a biomassa, la cisterna, dove in precedenza si conservava il gasolio per il riscaldamento, rappresenta una soluzione perfetta come luogo di stoccaggio del pellet.

Dove posso procurarmi il pellet?

Il pellet è disponibile presso la maggior parte dei rivenditori di combustibili e di materiali edili e per il bricolage.