Inverter per impianti fotovoltaici Viessmann Hybrid Inverter B-1

Ideale per il mercato residenziale

I vantaggi in sintesi:

  • Aumento dell’autoconsumo e dell’indipendenza dalla rete grazie alla batteria
  • Interfaccia utente tramite APP per configurazione locale (APP StorageMa-
  • te) e monitoraggio (APP SolarPortal)
  • Modalità di funzionamento dell’inverter e della batteria impostabili in base alle esigenze
  • Elevata potenza di scarica della batteria
  • Funzione UPS per alimentazione dei
  • carichi preferenziali in caso di blackout
  • Funzione limitazione dell’energia
  • immessa in rete

L'inverter Viessmann Hybrid Inverter B-1 è un inverter ibrido monofase dedicato al mercato residenziale.

L‘inverter è dotato della funzione UPS, che consente di alimentare una linea dedicata di utenze preferenziali in caso di blackout mediante l‘energia immagazzinata nella batteria. E‘ disponibile come accessorio un apposito quadro per il back up.


Energy meter in dotazione

L'energy meter, componente indispensabile per il corretto funzionamento della batteria, è incluso nella fornitura dell’Hybrid Inverter B-1 (modello Viessmann EM 3000 trifase con TA).

La presenza dell‘energy meter consente inoltre di regolare l‘energia immessa in rete.

Energy meter in dotazione
Schema di collegamento inverter fotovoltaico Viessmann Hybrid Inverter B-1

Schema di collegamento inverter fotovoltaico Viessmann Hybrid Inverter B-1

Monitoraggio da remoto

L‘Hybrid Inverter B-1 ha incluso il modulo Wi-Fi (a parte è acquistabile il modulo LAN), che consente di collegare l’inverter ad Internet e di registrarlo sul portale di monitoraggio SolarPortal, accessibile anche da smartphone tramite APP.

Mediante il monitoraggio in remoto, è possibile visualizzare in tempo reale i flussi di energia del sistema, le curve di produzione dell’impianto, gli eventuali allarmi attivi e lo storico dati.

Monitoraggio inverter fotovoltaico Viessmann Hybrid Inverter B-1

Batterie per accumulo

Agli inverter Viessmann Hybrid Inverter B-1 sono abbinabilli le batterie Pylontech e BYD in alta tensione. Per quanto riguarda le Pylontech, il modello è il Powercube-X1, accumulo modulare costituito da un minimo di 3 ad un massimo di 8 moduli batteria H48050 da 2,4 kWh ciascuno, posizionati all‘interno di un armadio, per una capacità complessiva di accumulo che può raggiungere i 19,2 kWh.

I due modelli di batterie BYD abbinabili sono le Battery-Box Premium HVS / HVM, che hanno una capacità del singolo modulo rispettivamente di 2,56 e 2,76 kWh. I moduli sono impilabili tra loro, in modo da formare una torre di batterie (da 2 a 4 moduli per le HVS, da 3 a 7 moduli per le HVM), per una capacità di accumulo fino a 19,3 kWh.