Utente Professionista
Alberghi, B&B e Agriturismi
Edifici Storici

Castello Gargonza a Monte S. Savino, Arezzo

Sostituzione della vecchia caldaia a gasolio con caldaia a legna nel Castello di Gargonza a Monte S. Savino, Arezzo

Sostituzione della vecchia caldaia a gasolio con caldaia a legna

Progetttista: Sisma Engineering, Prato
Installatore: Romiti Impianti, Lucignano (AR)
Prodotti Viessmann: caldaie a legna Vitoligno 250-S (ex Pyromat ECO)

Il Castello di Gargonza si trova nel cuore della Toscana, nelle colline situate tra le Crete Senesi e la Val di Chiana. Conteso da Guelfi e Ghibellini, nel XV secolo il Castello di Gargonza è conosciuto come borgo di una comunità dedita alla cura dei boschi e alla produzione della lana.

Nel 1970 il castello, di proprietà privata, viene restaurato con l'obiettivo di riportare allo splendore uno dei più bei borghi della Toscana. Le antiche mura di questa struttura medievale racchiudono vari tipi di alloggio, alcuni dei quali con vista panoramica, oltre ad una piscina all'aperto, giardini privati, un centro congressi, un ristorante e la chiesa dei Santi Tiburzio e Susanna.

Nel 2013 è stata intrapresa la conversione della vecchia centrale termica alimentata a gasolio, sostituita da una moderna caldaia a legna. La riqualificazione energetica dell'impianto è stata completata nel 2014 con l'installazione di un'altra caldaia a legna della stessa potenza. 

L'apporto del legname viene direttamente dalla proprietà. L'impianto è in grado di riscaldare e alimentare con acqua calda sanitaria circa due terzi delle abitazioni del borgo e tutte le zone comuni presenti al suo interno, con la finalità di portare questo antico borgo medioevale ad autosufficienza energetica derivante da fonte rinnovabile.

Sfoglia la gallery!

L'impianto in dettaglio - Caldaia a legna Vitoligno 250-S

La caldaia a biomassa Vitoligno 250-S (ex Pyromat ECO) è in grado di sfruttare al massimo la resa calorica della legna. Il rendimento di caldaia fino al 92% e lo sfruttamento del calore residuo consentono di ridurre notevolmente il consumo di combustibile. La caldaia può essere caricata comodamente dall’alto con ciocchi di legna lunghi fino a 50 cm, bricchette e resti della lavorazione del legno.

Infine la regolazione Ecotronic garantisce un eccellente funzionamento di carico del bollitore grazie alla regolazione della valvola di caricamento del puffer.

Il prodotto installato in questa referenza non è più disponibile.

Caldaia a legna Vitoligno 250-S in Castello Gargonza a Monte S. Savino, Arezzo

Referente correlate

Cantine Vitivinicola

Cantina Antinori Firenze

Massimo risparmio energetico per la nuova, straordinaria Cantina Antinori nel cuore del Chianti Classico

Leggi Altro
Aziende Agricole, Serre e Vivai

Serre Cadei a Palazzolo sull'Oglio, Brescia

Nuova caldaia a biomassa per ridurre i costi di riscaldamento delle serre agricole Cadei di Brescia

Leggi Altro
Uffici Aree Commerciali

Vodafone Village a Milano

Caldaie industriali Viessmann presso il Vodafone Village di Milano

Leggi Altro
Aziende Agricole, Serre e Vivai

Serre F.lli Cattaneo a Felizzano, Alessandria

Certificati bianchi per la nuova caldaia delle serre ad Alessandria

Leggi Altro
Aziende Agricole, Serre e Vivai
Cantine Vitivinicola

Azienda agricola Montioni a Montefalco (PG)

Efficienza energetica con caldaie a condensazione in azienda agricola

Leggi Altro
Aziende Agricole, Serre e Vivai

Serre Alberti a Lonato, Brescia

La nuova caldaia a pellet, finanziata da una ESCO, dimezza i costi di riscaldamento delle Serre Agricole Alberti di Lonato (BS)

Leggi Altro